Da qualche tempo seguo su Facebook alcuni autori ed editori che ritengo interessanti per le loro idee o il loro modo di scrivere. Tra loro Giulio Milani, scrittore, writer per Laterza, editore con la sua Transeuropa, e attività che me l’ha fatto conoscere sul web: talent scout. La prima volta che ho sentito parlare di lui è stata infatti per il viaggio che ha intrapreso con la sua famiglia e un camper per le strade d’Italia in cerca di manoscritti e scrittori. Iniziativa che ho da subito ammirato.

transeuropeatour

Transeuropa Discovery Tour: Il primo laboratorio itinerante al mondo per la ricerca di nuovi talenti e temi inediti, nonché per la diffusione della cultura del libro e della lettura.

 

Il primo di gennaio nella sua bacheca è cominciato un countdown. Dieci giorni al lancio. Di cosa? Che importa, sento che dalla mente di Giulo sta per uscire un’ideona, perché parliamoci chiaro: se un uomo sale su un camper e gira l’Italia per scovare talenti in un Paese in cui ai più non frega un cazzo della letteratura, dei libri, della cultura in generale, allora o è un genio oppure un folle.

In entrambi i casi, penso, sarà un successo!

Passano i giorni e si svelano alcuni dettagli: Giulio crede sia possibile un nuovo genere letterario italiano che guardi con interesse le dinamiche delle serie televisive tanto in voga e ricche di spettatori. Inventa un metodo, coinvolge quegl’autori incontaminati incontrati nel tour, mette su una collana. Nasce così “Wildworld”, che al momento conta un libro pilota, La notte dei ragni d’oleandro di Mario Bramè (in libreria a marzo 2018) e il secondo volume, Sotto il suo occhio di Giulia Seri (che invece uscirà a maggio).

Ogni romanzo un fatto di cronaca, ma con dentro una distopia

Il primo ispirato agli eventi del Bataclan, il secondo al fenomeno del revenge porn. Ma con dentro una distopia che vuol dire: descrizione di una immaginaria società o comunità altamente indesiderabile o spaventosa (fonte wikipedia). Oppure per Treccani: previsione, descrizione o rappresentazione di uno stato di cose futuro, con cui, contrariamente all’utopia e per lo più in aperta polemica con tendenze avvertite nel presente, si prefigurano situazioni, sviluppi, assetti politico-sociali e tecnologici altamente negativi. Sembra interessante, o no?

La struttura di ciascun libro è studiata a partire da determinati aspetti di quel modello a episodi, col colpo di scena alla fine di ogni capitolo e la soluzione all’inizio del successivo; Wildworld è tuttavia una collana letteraria il cui slogan potrebbe essere: se la realtà supera la fantasia, la forza inventiva, per raccontare quanto ci turba, deve superare la realtà.

Per lanciare il progetto è stata scelta la piattaforma di crowdfounding italiana Eppela, il budget è 3000 euro, che serviranno a coprire le spese delle prime pubblicazioni. Chi vuole contribuire può scegliere tra 10 ricompense, a partire da 6 euro fino alla donazione libera. Io ho scelto di acquistare in anteprima il libro donando 13 euro. Dopo appena due giorni sono stati raccolti il 21% dei fondi e bisogna fare uno sforzo di coscienza, condividere l’idea, perché credo nella visione di Giulio Milani e soprattutto sono convinto che un nuovo genere letterario italiano, svecchiato e attuale, non solo sia possibile ma anche necessario. Trovate il progetto qui:

Romanzo italiano: nasce un nuovo genere letterario

Non perdete tempo: condividere un link è gratis e potete sostenere questa iniziativa al prezzo di una colazione o di un pacchetto di sigarette. So che leggere non è nocivo come fumare ma fate uno sforzo lo stesso.

Per quel che mi riguarda aspetterò marzo per avere tra le mani il primo volume di una collana innovativa e intelligente.

Annunci

Un pensiero riguardo “Un nuovo genere letterario italiano è possibile?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...