MARINA ODDONE

 

NUOVO NATALE

Il vento trascina le parole

nel freddo inverno

un calore che scalda il cuore.

Passi tra lo screpolato terreno

ti conducono nel mondo,

solitario cammino tra

fiocchi gelati.

Ascolto canti e preghiere

per questo nuovo Natale

apportatore di gioia e bontà.

Tra luci e presepi

rinasce il bambino,

nella sua adorazione,

il cammino termina

nella pace e serenità.

Riavvio piano il dialogo coi lettori di Circolo 16 e di questa preziosa (per me certamente preziosa) Rubrica serale. Lentamente proverò a recuperare anche il dialogo con gli amici (Dora, Eugenio, Marianna e tutti gli altri che sono tanti e tutti a me ugualmente cari. Questi giorni di Natale che si avvicinano a passi veloci, fradici di pioggia, giornate che albeggia e fa scuro in un attimo, mi hanno rivoltato a testa in giù. Sto come in quel mondo capovolto di un film che ho visto qualche mese addietro.  Vorrei che fosse già il sette gennaio, ma i calvari sono per essere vissuti attimo per attimo, nulla ti viene risparmiato. Così vado avanti per tentativi e questa rubrica, gli incontri con i poeti del web, sicuramente leniscono i cattivi pensieri.

 

Una poesia molto semplice – stavo per dire lineare, ma non esiste linearità nella Poesia – esistono contorcimenti dell’anima che, come in uno specchio, si riflettono nella mente avida di spiritualità. I poeti non riescono mai a venirne fuori, gli uomini normali ci riescono. Aiutati dalla realtà alla quale sono soliti attraccare  il loro vivere cercando sempre di navigare mari non tempestosi, orizzonti sconosciuti, alla fine ci riescono. I poeti no e pagano questa temerarietà di vivere  su rotte sconosciute, verso paesi ch’esistono solo nella mente.

Mi sono piaciuti i versi di Marina Oddone per la loro sincera semplicità e le ho chiesto di offrirci una lirica per questa rubrica ferma ormai da troppo tempo.

Nuovo Natale, tra l’altro, è anche in tema con questi giorni e Marina ci offre, dicevo con signorilità tutta piemontese un punto di vista classico della Natività, che diventa per la nostra poetessa anche un sereno e gioioso punto di arrivo.

Grazie per il bel regalo Marina!

Marina Oddone è nata a Torino 57 anni fa. Da gennaio 2014 cura un blog su wp con il suo nome

https://marinaoddone.wordpress.com/

maodd14@libero.it

Annunci

3 pensieri riguardo “UNA POESIA PER LA SERA di Natale Pace e Dora Levano

  1. Alle volte, ci sono delle cose che necessitano di una semplicità e di una linearità tutta loro. Una di queste trovo che sia il natale: più semplice e lineare il pensiero che lo accoglie, facendone occasione di incontro, più autentico è il sentimento che se ne sprigiona…
    Un caro saluto a Marina, sempre molto apprezzata ed anche a te, caro Natale…

    Liked by 5 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...