MASSIMO BOTTURI 

Breve presentazione personale: Sono un uomo di 57 anni, impiegato presso un’azienda commerciale di Milano.
Scrivo ritagliando coriandoli di tempo, tra lavoro e famiglia.
Ho pubblicato 4 raccolte poetiche con diversi editori, ma negli ultimi anni riesco solo ad aggiornare il mio blog. Amo tutti i poeti che mi arricchiscono, di qualunque genere, stile, epoca.

massimo-botturi-8962

 

IL COLORE DEL GRANO ACERBO

Prima che tu vada via
che crolli il mio palazzo di miele
prima ancora, che non ricordi più
dove mettere le mani;
fammi dormire un’ora sul corpo d’acqua pura
nel tuo rifugio senza una foglia, una formica.
Regalami quel bacio impudente che commuove
la piazza delle tre a ferragosto
il tuo negozio, di fiori comperati e volati.
Fatti bella
se puoi di più di quando sei uscita, quella volta
dal nostro albergo pieno di autisti.
Prima ancora.
di quando dentro un treno fingevo di guardare
a tutta la campagna di riso, per cercare
il punto del ginocchio riflesso
e dopo il seno.
La tua somma d’età è un censimento, un segnalibro
un calendario pieno di eroi;
è bianca, e verde
come la calce del sentimento
è spiga acerba.
——————————————————————-

Commento dell’autore: Il tempo, il suo inesorabile trascorrere, il declino fisico e spesso mentale che produce sugli esseri umani; ha un solo rimedio. L’amore.

L’amore puro carico di promesse, come il grano acerbo, l’amore diverso, trasformato; ma ancora capace di appassionare.
Questo il senso di questo, come di molti altri miei testi.


Ecco un poeta già fatto, maturo.

E non solo per la quattro raccolte poetiche già pubblicate, non solo perché ha partecipato da anni a diversi progetti poetici, uno dei quali con la presenza attiva di Alda Merini; Massimo Botturi è poeta adulto per i suoi 57 anni, ma soprattutto per la maturità dei suoi versi, per la raggiunta ormai consuetudine allo scrivere e al farsi apprezzare nello scrivere.

Dicevamo: nel 2001 Botturi appare sulla scena poetica italiana partecipando al progetto: “L’INFINITO DI UN VERSO” della casa editrice I Miei Colori di Pontassieve che registra un iniziale intervento di Alda Merini. Il primo volume tutto suo, FRUTTO ACERBO, lo pubblica nel 2003; gli fa seguito nel 2007 MUSICALIA e nel 2009 SCENA MADRE, una corposa raccolta di oltre duecento liriche. L’ultimo volume del 2012, IL POSTO DELLE FRAGOLE, raccoglie consensi e plausi.

massimo botturi il-posto-delle-fragole

Egli stesso confessa di essere arrivato adulto alla poesia – senti, senti – per merito dei blog e di internet:

“Internet, i siti di scrittura, il confronto, l’incoraggiamento; questa fu la vera miscela che innescò la passione di scrivere con una certa costanza, cosa che perdura e trova motivo di curiosità, interesse e apprendimento continui.”

Ed è il progetto che, molto, ma molto modestamente, Circolo 16 e la rubrica Una Poesia per la Sera si propongono.

Con versi penetranti e “maturi”, ricchi di liricità e cuore, nella bella poesia inedita che Massimo Botturi ci regala egli parla d’amore, riportando all’amore il senso di ogni vita, unico rimedio al declino dell’uomo, al consumarsi del corpo.

Come suggerisce egli stesso a chi gli chiede quali poeti e poesie leggere per farsi una cultura poetica, anche a me piace tutta la poesia, ma senza ombra di dubbio quella di Massimo Botturi un po’ di più.

E siccome sono già cinque anni che non pubblica e certamente avrà tanto materiale nei cassetti, se lo vuole, dopo il mio INVITI SUPERFLUI e dopo la nuova raccolta di Dora Levano in preparazione, il n.3 della Collana CIRCOLO 16 – UNA POESIA PER LA SERA potrebbe proprio essere Massimo Botturi.

Annunci

10 pensieri riguardo “UNA POESIA PER LA SERA di Natale Pace e Dora Levano

  1. che pace arriva quado l’amore declina a suo modo il tempo.. e l’occhio si fa parola e la parola occhio, quasi contatto vi sivo e tattile…ah quella piega del ginocchio…quel seno…. sensualità oltre ogni declino…bellissima Massimo.

    Liked by 1 persona

  2. L’ha ribloggato su massimobotturie ha commentato:
    Sono lusingato per la calorosa accoglienza e per la dettagliata descrizione del mio percorso. Ringrazio e applaudo all’iniziativa, nel frattempo cercherò di scrollarmi di dosso un poco di ruggine. Sono disponibile ad approfondire l’ipotesi di arricchire la collana, mi troverei in ottima compagnia. Un abbraccio a tutti.

    Liked by 3 people

  3. …negli ultimi giorni ho più volte detto a Natale: “vedi… dovrebbe essere arrivato anche un testo di Massimo Botturi”… credo: ci siamo intesi… Condivido pienamente la scelta e il suo invito all’autore di stasera che ringrazio, intanto, per la presenza con questo suo testo che mi piace percorrere e ripercorrere senza aggiungere commento

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...